Fineamore

(c) Duy Huynh – all rights reserved


FINEAMORE

di CARLO TADDEO

*

Le parole di un amore perduto… sono ancora parole d’amore. Forse ne inseguono la traccia, un sapore, una bislacca deriva che porti – come quei vicoletti presi a caso, quasi in trance, in una cittadina di mare – ad uno scoglio nuovo da dove si possa partire per guardare la vita con occhi inediti.

Ad un altro porto, quindi.

Ti accorgi che un amore è finito quando, usando certi nomi o certe parole prima abitudinarie, senti che sono dei cadaveri in cui ti ostini a vedere qualcosa che non vi si può trovare più. È la mezzanotte di Cenerentola. Viale Trastevere ritorna ad essere Viale Trastevere, i genitori riprendono a lamentarsi della tua vita e probabilmente ti sposerai soltanto per non udire più quel querulo e opaco mood.

Alla fine di un amore, le poesie non servono più a niente. Marina Cvetaeva ritorna nel mucchio dei libri che non ti parlano mai; Anna Achmatova è pronta per essere fucilata. Alto tradimento di ogni decoro. Non ti dovevi innamorare. Trovi indecente ogni sentimentalismo. Diventi, dentro (perchè fuori non lo faresti con nessuno), un moralista inflessibile. Forse anche per pochi giorni.

*

Da tempo mi sarebbe piaciuto scrivere un testo come questo. In fondo, pretenzioso, con la sua voglia di infinito e la sua affermazione continua – per quanto sotterranea e subdolamente surrettizia – di parteggiare ostinatamente per la vita al due per cento degli oggetti; non accorgendosi di avere, nondimeno, edificato una metafisica dell’assenza o del limite.

Al diavolo, il mio amore è pensiero forte.

Non ho mai avuto passioni tristi, né ho scritto poesie d’amore esclusivamente patetiche. Fedele ad un impeto ‘balcanico’ e ‘crepuscolare’ in tutta la loro potenza, sogno un canto d’amore capace di condensare i Carpazi e il Portogallo, Coimbra e Baia Mare. D’altronde, i paesi colonialisti avevano questa  bellezza: mezza nazione almeno non era là, bisognava lanciare il cuore alla ricerca del suo altro pezzo. Macao o, addirittura, Capo Verde.

*

Le parole dell’amore perduto non dicono niente. Le trovi davanti alla bocca come il cane davanti alla porta quando vuole far pipì. Un attimo che cedi o credi – da allora in poi – e tutto si ripete come fosse la scelta originaria delle prime volte.

Le parole parlano troppo. Quando le pesiamo, pesano più di se stesse. Non facciamo a tempo a posarle che un’altra come il nipotino vivace è già montata sulle spalle per giocare.

Ma è in questo modo che nascono i poeti.

Carlo Taddeo

(c) all rights reserved

*

LE PAROLE DELL’AMORE PERDUTO

giugno 2012

VAI AL SOMMARIO


About these ads

3 commenti

  1. maria laura

    E’ vero quando perdi un amore cambia tutto! I pensieri e le parole cambiano improvvisamente, tutto ciò che ritenevi importante immediatamente ti sembra ridicolo e inutile e vedi la vita con occhi diversi e l’apprezzi diversamente, non so se con più maturità ma forse amando la propria esistenza e di chi ti sta accanto

  2. “Ti accorgi che un amore è finito quando, usando certi nomi o certe parole prima abitudinarie, senti che sono dei cadaveri in cui ti ostini a vedere qualcosa che non vi si può trovare più. È la mezzanotte di Cenerentola. Viale Trastevere ritorna ad essere Viale Trastevere”

    ….quanto vere queste parole…il disincanto ha il potere di spazzare via i lustrini e lasciare gli oggetti e i luoghi desolatamente sguarniti…Gisella

  3. Antonella Vara

    Quando un amore finisce, metabolizzata la delusione e il dolore, è rinascere a nuova vita. Magari la ripresa è faticosa, ma lentamente si riaprono gli occhi al mondo e si ritrova entusiasmo e gioia di vivere.Tutto appare improvvisamente più bello e più degno di essere vissuto, nella tolleranza della propria vita si ritrova l’amore per se stessi e per gli altri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: